sabato 15 marzo 2008

Decisione partorita: che molletta sia!

E' vero, me la sono presa comoda, anzi più che altro me la sono ragionata.
Certo non ho passato notti insonni, o meglio non l'ho fatto apposta per pensare a questo!
Però ho aspettato l'uscita delle liste dei candidati, ho seguito qualche dibattito in più (almeno fino a quando lo stomaco me lo ha permesso!) ... e alla fine, penso proprio che Andrea abbia ragione: la scheda puzza!
Non è accettabile aver continuato a sentir dire che questa legge elettorale è da cambiare, non aver visto nessuno che abbia mosso un dito per farlo, e ritrovarci a votare per candidati che non possiamo scegliere.
Per le forze politiche c'era una via per mettere una mezza pezza: dare un segnale forte presentando delle liste accettabili, pulite, con i volti nuovi che la gente vuole... Il segnale è arrivato molto molto debole, da qualche parte non è arrivato proprio. E poi ci si trova davanti alle situazioni di cui Marco Travaglio fa un bel quadretto qui di seguito (per il secondo filmato mi riferisco alla fine dell'intervento, ma guardarlo tutto non è male!)





Ed ora ci vediamo al seggio, con la molletta, e fate le cose per bene, cari parlamentari, perchè non so se il mio prossimo voto lo avrete...

4 commenti:

michelepinto ha detto...

Grazie Luca!
Sono contento che tu sia dei nostri!

Vercellik ha detto...

Io la molletta la metterei sulla lingua ai populisti che prendono in giro (chi ancora in giro si fa prendere).

Perché precisiamo una cosa, una cosa che dice anche Moretti nel Caimano, ormai le cose si son dette e stradette, se la gente continua a votare certi soliti castisti ineleggibili in ogni altro paese civile (tipo Weltrusconi), vuol dire che il popolo italiano o una gran fetta di esso e' masochista/stupido/immaturo!

Anonimo ha detto...

necessita di verificare:)

Anonimo ha detto...

Perche non:)